Vitamina C e Zinco contro il Covid

Nonostante la loro reputazione di aumentare i poteri del tuo sistema immunitario, un nuovo studio riporta che gli integratori di vitamina C e zinco non aiutano i pazienti COVID-19 a riprendersi dalla loro malattia.

Dare l’uno o l’altro, o una combinazione di entrambi, ai pazienti non ha ridotto significativamente la gravità o la durata dei loro sintomi covid-19. Lo zinco è importante per la funzione immunitaria e la vitamina C è un antiossidante dimostrato per potenziare il sistema immunitario.

In questo studio, i ricercatori hanno valutato come 214 adulti con infezione da COVID-19 confermata hanno risposto a: 10 giorni di gluconato di zinco (50 milligrammi / mg), vitamina C (8.000 mg), entrambi o cure abituali.

Lo studio, che ha avuto un’estremità di una riduzione del 50% dei sintomi, è stato condotto da aprile a ottobre 2020. È stato interrotto presto perché non c’erano differenze significative tra i quattro gruppi di pazienti.

I risultati sono stati pubblicati il 12 febbraio sulla rivista JAMA Open Network.

“Quando abbiamo iniziato questo studio, non c’era alcuna ricerca a supporto della terapia supplementare per la prevenzione o il trattamento dei pazienti con COVID-19”, ha dichiarato l’autore dello studio Dr. Milind Desai, direttore delle operazioni cliniche presso Cleveland Clinic’s Heart, Vascolar & Thoracic Institute.

“Mentre guardavamo la pandemia diffondersi in tutto il mondo, infettando e uccidendo milioni di persone, la comunità medica e i consumatori si sono affrettati a provare integratori che credevano potessero prevenire l’infezione o alleviare i sintomi del COVID-19, ma la ricerca sta appena recuperando”, ha detto Desai in un comunicato stampa della Cleveland Clinic. “Mentre la vitamina C e lo zinco si sono rivelati inefficaci come trattamento rispetto alle cure standard, lo studio di altre terapie continua.”

I pazienti in questo studio non sono stati ricoverati in ospedale, ma hanno ricevuto un trattamento ambulatoriale.

“Sappiamo che non tutti i pazienti con COVID-19 richiedono il ricovero in ospedale e, rispetto a quelli in cura in un ambiente ospedaliero, è più probabile che cerchino integratori che potrebbero aiutarli, quindi era una popolazione importante da studiare”, ha detto la co-autrice dello studio Dr. Suma Thomas, vice presidente delle operazioni strategiche presso l’istituto.

Vitamina C e Zinco contro il Covid

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su